Gosnay 2

Mont-Sainte-Marie de

(Cantone di BÚthune, Pas-de-Calais, Francia)

 

 

                 Thierry d’Herisson e Matilde d’Artois, giÓ fondatori della vicina certosa maschile di Gosnay, vollero nel 1329 fondare un convento da affidare alle monache certosine. Un gruppo di religiose provenienti da Salettes si insedi˛ nel nuovo complesso intitolato Mont-Sainte-Marie, la cui chiesa fu consacrata nel 1341. Alla morte dei suoi fondatori, ne susseguirono altri altrettanto prodighi. Nel corso del XV secolo la certosa venne saccheggiata diverse volte, subendo notevoli danni, che obbligarono le suore ad effettuare interventi di ristrutturazione nel corso del XVI secolo.

Ciononostante, il perdurare dei conflitti in quell’area geografica, spinse le certosine ad allontanarsi da Gosnay per rifugiarsi a BÚthune, presso una loro proprietÓ dove risedettero dal 1638 al 1645. Nel 1792 in conseguenza delle leggi rivoluzionarie il complesso monastico fu chiuso e le monache si dispersero. La struttura ben presto divenne alloggio per gli operai di una stabilimento, poi il 10 giugno 1986 venne nominato Monumento storico e pertanto salvaguardato.

La struttura di Mont Sainte Marie risulta essere l’unica testimonianza di una certosa femminile medioevale, perci˛ oggetto di studi finalizzati alla conservazione ed alla valorizzazione.