Gosnay 1

Chartreuse de Val-Saint-Esprit –

Cartusia Vallis Sancti Spiritus –

Cartusia BeatŠ MariŠ prope Gosnay

(Comune di Gosnay, cantone di BÚthune, Pas-de-Calais, Francia)

 

    

 

        La leggenda narra che la contessa Matilde d’Artois, terrorizzata per la presenza di spettri che la inquietavano, decise insieme al vescovo di Arras Thierry d’Herisson di fondare la certosa di Val-Saint-Esprit. La costruzione sorse presso Gosnay nel 1320, e la chiesa venne consacrata nel 1324, i fondatori provvidero a donare ai monaci anche una struttura ospedaliera annessa al convento.

Alla sua morte Thierry d’Herisson, venne interrato davanti l’altare della chiesa e la contessa continu˛ a sostenere i religiosi.

Durante le cruente guerre del XV e XVI secolo, i monaci furono costretti a lasciare la certosa per rifugiarsi a BÚthune, ove possedevano una sorta di certosa di riserva, costituita da dodici celle e vari edifici. Nel 1520 l’imperatore CarloV, donando il castello di Gosnay ai certosini permise loro di ricostruire il piccolo chiostro nel 1526, e di cominciare i lavori per la ristrutturazione del chiostro grande, che fu terminato nel XVII secolo. Successivamente tra alterne vicende, i monaci riuscirono a ricostruire la chiesa, che fu consacrata nel 1704. Nel 1791 a causa delle leggi rivoluzionarie i monaci dovettero disperdersi, e la struttura fu venduta e poi trasformata in albergo.